Educazione non formale

EXULI

Promuove di un approccio integrato che combina alle pratiche di educazione non formale tipiche dello youth work l'apporto della pratica psicoanalitica di matrice lacaniana. Entrambi sono approcci che sostengono la capacità di resilienza, ovvero la capacità di fronteggiare efficacemente le contrarietà della condizione di esule dei giovani migranti, a dare nuovo slancio alla propria esistenza e perfino a raggiungere mete importanti. ll progetto si propone di elaborare, testare e condividere un metodo di lavoro con coloro che lavorano con giovani migranti che hanno richiesto asilo arrivati in Europa, giovani rifugiati e seconde generazioni, creando uno strumento da utilizzare nei processi di prevenzione del radicalismo.

Comp-Pass

Lo scopo del progetto COMP-PASS (Competence Passport) progetto della durata di 24 mesi è quello di sviluppare l'integrazione sociale dei giovani che non sono inseriti in nessun percorso di istruzione, formazione o lavoro (NEET) attraverso un percorso di accompagnamento strettamente correlato alle loro competenze ed ai loro bisogni

On Live

Il progetto si propone di creare uno metodo originale di lavoro sul tema del cyberbullismo, che offra la possibilità di stimolare la riflessione e la presa di coscienza del fenomeno tra i giovani. Il progetto si pone inoltre l’obiettivo di coinvolgere e formare studenti delle scuole a svolgere un ruolo di educatori tra pari sul tema, attraverso lo strumento facilitante dei fumetti. Risorse e strumenti di educazione non formale che saranno messi a disposizione delle scuole e dei loro docenti per prevenire e contrastare il cyberbullismo anche laddove esso sia latente e non manifesto